La scelta dell’altezza del materasso dipende da molti fattori: scopri quali sono

L’altezza di un materasso non è decisa in base ad alcuna normativa, cosa che avviene per larghezza e lunghezza, per cui ogni prodotto viene realizzato con spessori diversi, a seconda della tipologia. Ogni azienda produttrice può dunque realizzare materassi di altezze diverse in base alla tecnologia adottata, ai materiali e alle dimensioni finali.

Spessore del materasso

L’altezza totale del materasso è data dallo spessore della lastra interna e quello della fodera. Queste misure possono avere delle tolleranze massime di 1 cm. Sono diversi i fattori che incidono su quello che sarà lo spessore di un materasso. Ci sono variabili geografiche ma conta anche il materiale di cui è composto il materasso, e altri motivi che vediamo di seguito.

Mercato di riferimento

Lo spessore cambia a seconda del continente in cui sarà venduto il materasso. Se hai soggiornato negli Stati Uniti ti sarai accorto che i materassi sono molto più alti rispetto a quello europei e misurano tra i 23 e i 24 cm. In Italia negli ultimi anni si producono materassi più alti, proprio come quelli americani. Prima invece l’altezza del materasso si aggirava tra i 18 e i 20 cm.

Materiali di produzione

Per essere ergonomico e confortevole il materasso è spesso realizzato a più strati, ognuno dei quali con un proprio spessore. In base al materiale che compone il materasso i produttori utilizzano tecniche costruttive differenti. Un materasso in memory, a molle, in lattice o in schiuma di soia avrà uno spessore diverso.

Costo del materasso

Il costo del materasso quasi sempre è strettamente legato all’altezza perché lo spessore è determinato da maggiore o minore quantità di materiale utilizzato. Possiamo dire che i materassi molto bassi, con misura sui 14 cm, sono generalmente più economici.

Non è sempre è così perché ad esempio un modello in lattice da 16 cm è più costoso di uno a molle alto 20 cm. Nel caso dei materassi a molle poi l’imbottitura può fare la differenza: accade se all’interno del materasso vengono utilizzati tessuti pregiati come il cashmere.

Tipo di imbottitura

Il tipo di imbottitura e lo spessore generano una maggiore o minore sofficità di impatto. Si tratta di avere una percezione diversa del comfort, a seconda che sotto al tessuto ci sia un’imbottitura spessa e morbida oppure uno strato sottile. Nel primo caso, se il materasso contiene poliestere o cotone, la sensazione sarà di sofficità. Se invece ci si corica su uno strato basso in lana la percezione sarà di un fondo più rigido.

Altezza dei materassi

Vediamo adesso lo spessore delle diverse tipologie di materasso: per bambini, topper, a molle, in lattice, in memory foam, in schiuma di soia, aquatech.

Materassi per bambini

I materassi per bambini in genere hanno uno spessore di circa 12 cm, una lunghezza di 90-140 cm e una larghezza tra i 50 e i 70 cm. Queste sono le misure imposte dalla normativa di riferimento.

Materassi topper

Il topper è un correttore di materasso ed ha uno spessore tra i 3 e i 7,5 cm. E’ molto sottile perché si mette sopra il materasso per renderlo più comodo e confortevole. E’ l’ideale se il materasso sottostante è troppo rigido.

Materassi a molle

Sono quelli più alti in assoluto, con uno spessore che varia dai 22 ai 24 cm. I materassi a molle raggiungono l’altezza massima se realizzati con molle indipendenti o insacchettate.

Materassi in lattice

L’altezza del materasso in lattice solitamente si attesta tra i 19 e i 24 cm, misura che varia in base alla tecnica costruttiva del materasso.

Materassi in memory foam

I materassi in memory foam, tra i più venduti a livello mondiale, hanno uno spessore di circa 20 cm.

Materassi in schiuma di soia

Stesse misure anche per il materasso in schiuma di soia, le cui misure si aggirano sui 20 cm.

Materassi aquatech

Il materasso aquatech misura circa 22 cm. E’ un materasso realizzato con una miscela di materiali polimerici e acqua, altamente innovativo.

Altri materassi

Infine ci sono altri tipi di materassi, molto diffusi in altri mercati e meno in quello italiano. Sono i materassi twin, full, queen e king le cui misure partono dai 13 cm per arrivare fino oltre i 50 cm.

Quale spessore scegliere?

Dopo questa panoramica possiamo dire che non esiste uno spessore ideale per il materasso. Innanzitutto perché ogni persona vuole esperienze di riposo diverse e l’altezza del materasso è una scelta soggettiva. Un materasso eccessivamente sottile e magari anche morbido può non essere la soluzione giusta. In questo caso coricandosi si avvertiranno la rete o le doghe sottostanti.

Allo stesso modo l‘altezza maggiore non è sempre sinonimo di più elevata qualità. I materassi a molle, solitamente più alti di un materasso in memory, non raggiungono gli stessi livelli di accoglienza. Il memory infatti può garantire performance migliori a vantaggio della colonna vertebrale ed ha anche proprietà antidecubito.

Oltre a quelle già prese in considerazione per scegliere lo spessore e la tipologia del materasso bisogna tener conto anche di altre variabili. Sono importanti il peso della persona e il tempo che vi passa sopra e il tipo di rete che lo supporta.

Peso della persona

Per pesi fino a 60 kg la scelta può ricadere su un materasso morbido vale a dire in memory o con uno strato di memory a media densità oppure a micro molle. Se il peso è invece importante, intorno ai 120 kg, meglio orientarsi su materassi più rigidi. Vanno bene quelli in materiali schiumati ad alta rigidità o quelli a molle tradizionali. Per pesi tra gli 80 e i 90 kg la scelta può spaziare da quelli a portanza differenziata a quelli a portanza media.

Tempo di riposo

Chi passa molto tempo a letto ha bisogno di un materasso ergonomico, che sappia seguire il corpo senza creare punti di compressione. E’ il caso del materasso in memory, un materiale altamente adattabile alla corporatura.

Rete di supporto

Nel caso si utilizzi una rete con piani mobili come ad esempio una rete a doghe elettrica, è d‘obbligo un materasso che si possa piegare. A questo proposito sono perfetti i materassi schiumati morbidi, da scegliersi di spessore variabile tra i 18 e i 22 cm. Se invece il materasso è posizionato su una rete fissa, la scelta si può allargare su diversi tipi di prodotto, anche di altezze diverse.